Franco Donatoni

Il post precedente mi ha dato il destro per parlare di Franco Donatoni.

Nei primi anni ’90 ho avuto la fortuna di frequentare per qualche anno le sue lezioni presso la Fondazione Romano Romanini di Brescia; l’incontro con un tale personaggio, uso di proposito il termine, è di quelli che lasciano il segno.

Nella sua monumentale tesi di dottorato di ricerca, che ho trovato in rete, Franco Donatoni Ritratto di un musicista. Estetica, composizione, insegnamento, Rocco De Cia ne delinea in modo esauriente il pensiero, le tecniche compositive e l’insegnamento. In appendice le testimonianze di Sandro Gorli, Loris Azzaroni, Alessandro Solbiati, Paolo Aralla e Cristina Landuzzi  Rocco De Cia – Tesi – Donatoni

[…] vorrei replicare con il racconto del tiro dell’arco con il maestro zen che sostiene che quando scocchi la freccia non sei tu a indirizzarla verso il bersaglio ma è la freccia stessa che sa dove andare. Dunque, alla scuola del maestro zen si presenta un giovane che lancia una freccia e colpisce il bersaglio. Per una ragione il maestro deve assentarsi un mese, durante il quale il giovane si esercita con molto impegno. Quando il maestro ritorna l’allievo si esibisce colpendo un bersaglio dopo l’altro, ma a questo punto il maestro rifiuta l’allievo. Il giovane preoccupato si chiede cosa può aver fatto di male e dopo tante sollecitazioni il maestro risponde: “Non hai capito niente, devi ricominciare tutto da capo, perché tu volevi colpire il bersaglio, ma non è per questo che tu tiri con l’arco. La pura esperienza di tirare con l’arco deve essere il fine del tuo operare: colpire o no il bersaglio è assolutamente secondario”. Alla fine il maestro dà una dimostrazione: tira con l’arco al buio assumendo le posizioni più svariate e più scomode e ogni volta la freccia si conficca nel bersaglio perché evidentemente aveva saputo creare in sé la disposizioni giusta. In fondo si può dire la stessa cosa del comporre musica: c’è quello che scrive per fare carriera, per fare piacere agli amici, per dedicare il pezzo alla moglie, per fare soldi, ma tutto questo con la musica non c’entra niente.

da Autori Vari/Donatoni a cura di Enzo Restagno, EDT, pagina 41.

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *